Koda Fratello Orso (2003) – maRAPcana

Koda Fratello Orso (2003)


Verso la fine dell’Era Glaciale, tre fratelli Inuit vengono attaccati da un orso che uccide il maggiore dei tre. Kenai, il più giovane, abbatte l’orso ma viene trasformato magicamente in un esemplare dell’odiato plantigrado. Poiché Denahi, l’altro fratello unico superstite dell’attacco, è convinto che Kenai sia l’orso responsabile della perdita della sua famiglia, quest’ultimo deve sfuggire alla sua caccia. L’unica speranza di salvezza che gli resta è unirsi a un cucciolo di grizzly, Koda, che mostra al suo nuovo amico il vero significato della fratellanza.

USCITA CINEMA: 05/03/2004
GENERE: Animazione
REGIA: Aaron Blaise, Robert Walker (II)
SCENEGGIATURA: Lorne Cameron, David Hoselton, Steve Bencich, Ron J. Friedman, Tab Murphy
MUSICHE: Phil Collins, Mark Mancini
PRODUZIONE: CHUCK WILLIAMS PER WALT DISNEY PICTURES
DISTRIBUZIONE: BUENA VISTA INTERNATIONAL ITALIA (2004)
PAESE: USA 2003
DURATA: 90 Min

Il focoso Kenai vive in un luogo aspro e selvaggio contornato da alti monti assieme ai suoi fratelli Sitka e Denahi. Assieme i tre scorazzano per la foresta a divertirsi. L’adolescente Kenai è però prossimo al momento tanto atteso: la cerimonia che segnerà per tutti il suo ingresso nell’età adulta.
Com’è tradizione della tribù Inuit, la saggia vecchia del villaggio, di nome Tanana, gli consegna un amuleto. È costituito da un pendente di legno che raffigura un animale e, in base al significato che la tribù attribuisce allo “Spirito Guida”, Kenai dovrà trarne spunto per la sua vita futura. Il giovane accoglie però l’amuleto con delusione: gli viene consegnata la raffigurazione dell’orso (il cui significato scopriremo in seguito essere l’amore), ma agli occhi del giovane visto esclusivamente come una preda di caccia.
Il ragazzo ancora deluso si adira ulteriormente quando un’orsa di grizzly ruba una cesta di pesci e fugge. I suoi fratelli, Sitka e Denahi, pur prendendolo in giro, cercano inutilmente di spiegare a Kenai la futilità di quell’avvenimento e il conseguente inutile suo accanimento. L’inseguimento all’orsa prosegue e quando quest’ultima, disperata, si trova senza via di fuga è costretta ad affrontare il giovane cacciatore e i fratelli che accorrono in suo aiuto. Il grizzly è enorme e disperato, la situazione precipita e due fratelli sono in grave pericolo. A questo punto Sidka, il maggiore dei tre, si sacrifica per salvare la vita ai fratelli.
I due superstiti tornano al villaggio ma Kenai, accecato dalla rabbia, continua ad attribuire tutta la colpa dell’accaduto esclusivamente all’animale e decide di continuare la caccia ad oltranza. Quando finalmente lo trova ingaggia un combattimento estenuante, Kenai riesce ad avere la meglio, o così sembra. Improvvisamente, un raggio di luce proveniente dal cielo lo avvolge. Non è lui ad aver vinto il combattimento. Appaiono gli spiriti delle anime trapassate e tra essi anche Sidka. Il ragazzo in quel momento è trasformato proprio nella bestia che ha combattuto: un orso. Quando Denahi arriva alla cima del monte in cui è avvenuto lo scontro non vede il fratello ma solo i suoi vestiti; sul monte c’è solo l’orso (Kenai trasformato) e pensa erroneamente che la bestia gli abbia ucciso anche il secondo fratello. Così, a sua volta, Denahi, insegue l’orso per cercare vendetta senza sapere chi sta inseguendo.
L’anima di Kenai, trasferita nel pesante corpo di un orso bruno, è riconosciuta solo dalla saggia Tanana e da essa riceve il messaggio che per poter tornare un essere umano dovrà recarsi sulla “montagna dove le luci toccano la terra” e cercare lo spirito del fratello Sidka.
Successivamente l’animale nel bosco si imbatte in un solitario cucciolo d’orso che lo trae d’impaccio da una brutta situazione. Si tratta dell’impertinente e irrispettoso orsetto Koda, il quale lo aiuta nelle difficoltà e lo accompagna per tutto il lungo viaggio, aprendogli gli occhi pian piano sulla vita degli animali del bosco. Ora Kenai ha preso coscienza della sua nuova natura ed è costretto a vedere tutto da un altro punto di vista: quello di un giovane orso. Il viaggio dei due verso la montagna è un lungo percorso interiore da cui nascerà un profondo amore fraterno. Infine il viaggio avrà termine, ma per allora l’animo di Kenai sarà maturato a tal punto da fargli compiere una scelta d’amore irreversibile.

Loading...

Per trovarci sempre online, anche in caso di oscuramento, salva questo indirizzo: Marapcana.ONLINE