Le avventure di Peter Pan (1953) – maRAPcana

Le avventure di Peter Pan (1953)


Wendy Darling è una ragazzina di Londra che divide la stanza con i suoi due fratelli minori, Gianni e Michele. Essi, in assenza dei genitori, vengono accuditi dal loro cane Nana. Ormai stufo di tutto questo, il padre di Wendy, Agenore Darling, decide che ora sua figlia deve diventare adulta e quindi le fa cambiare stanza. Quella notte, mentre i signori Darling sono ad una festa, Peter Pan entra nella stanza dei bambini, insieme alla sua fatina Trilli, la quale si rivelerà molto gelosa nei confronti di Wendy. Peter Pan è in cerca della sua ombra persa qualche giorno prima per colpa di Nana. Dopo la sua frenetica ricerca, Wendy gli cuce l’ombra e Peter le chiede di venire con lui fino all’Isola che non c’è, dove lei potrà raccontare le favole ed essere la mamma dei Bimbi Sperduti. Wendy accetta e porta con sè anche Gianni e Michele, dopodiché grazie alla polvere magica di Trilly, volano tutti all’Isola che non c’è.

Titolo originale: Peter Pan
Paese: USA
Anno: 1953
Genere: Animazione
Regia: Clyde Geronimi, Wilfred Jackson, Hamilton Luske
Soggetto: James Matthew Barrie (opera teatrale)
Sceneggiatura: Milt Banta, William Cottrell, Winston Hibler, Bill Peet, Erdman Penner, Joe Rinaldi, Ted Sears, Ralph Wright
Art Director: Ub Iwerks
Animatori: Ward Kimball, Les Clark, Marc Davis, Norm Ferguson, Ollie Johnston, Milt Kahl, Eric Larson, John Lounsbery, Wolfgang Reitherman, Frank Thomas
Montaggio: Donald Halliday
Musiche: Frank Churchill, Sammy Fain, Ted Sears, Oliver Wallace, Jack Lawrence
Sfondi: Thelma Witmer, Art Riley, Brice Mack, Art Landy, Ray Huffine, Ralph Hulett, Al Dempster, Eyvind Earle, Dick Anthony
Peter Pan, il ragazzo che non vuole crescere, ha perso la sua ombra nella casa dei fratellini Darling, Wendy, Gianni e Michele. Tornato a cercarla e scoperto da Wendy, le propone di andare con lui nell’Isola che non c’è, per fare da mamma ai Bimbi Sperduti, anche perché ha saputo che dal giorno dopo la bambina dovrà cambiare stanza e non potrà più raccontare fiabe ai suoi fratelli, dato che sta diventando grande. La tenera amicizia tra Peter e Wendy suscita la gelosia della fatina Trilli, da sempre innamorata del ragazzo. Giunti all’isola che non c’è, Gianni e Michele e i Bimbi Sperduti vengono rapiti dagli indiani. Il Capo li accusa di aver rapito la figlia, Giglio Tigrato. In realtà, la ragazza è stata rapita dal terribile pirata Capitan Uncino, per costringerla a rivelargli il nascondiglio di Peter. Peter e Wendy, in visita alla laguna delle sirene, seguono la barca di Uncino fino alla Roccia del Teschio, dove il pirata ha intenzione di abbandonare la principessa indiana in balia dell’alta marea, se non parlerà. Dopo un acerrimo duello, Peter riesce a liberare la ragazza e a riportarla all’accampamento indiano. I ragazzi vengono liberati, ma Wendy è ora gelosa delle attenzioni che Giglio Tigrato ha riservato a Peter. Intanto Capitan Uncino, sfruttando l’arma della gelosia, riesce a farsi rivelare da Trilli il nascondiglio di Peter. Recatosi sul posto, approfitta del fatto che Wendy, i suoi fratelli e i Bimbi Sperduti stanno uscendo per ritornare a casa e li cattura. Nello stesso tempo lascia una bomba ad orologeria per Peter, per eliminarlo per sempre. Trilli, che è stata imprigionata da Uncino in una lanterna, riesce a liberarsi e vola verso il rifugio, impedendo proprio all’ultimo momento che la bomba scoppi tra le mani di Peter. Intanto sul vascello, Uncino obbliga i ragazzi a scegliere: o si arruolano nella sua ciurma o verranno scaraventati in mare; la prima a rifiutarsi è Wendy. Quando è obbligata a gettarsi tra le onde, Peter e Trilli sono pronti ad afferrarla al volo. Peter, Trilli e i ragazzi ingaggiano una terribile lotta con Uncino e i pirati . Alla fine i corsari sono sconfitti e Peter, impadronitosi della nave, la cosparge di polvere fatata e, con essa, riaccompagna Wendy, Gianni e Michele a casa.

Loading...

Per trovarci sempre online, anche in caso di oscuramento, salva questo indirizzo: Marapcana.ONLINE